Il Giudice del Tribunale dei minorenni di Napoli Dottoressa Anita Polito ha firmato l’ordinanza di revoca della custodia presso il carcere di Nisida e ha concesso a F.A. 15enne giuglianese di seguire il suo percorso presso una casa famiglia.  Il minore, soprannominato “Pipillo” per la sua corporatura esile, che risponde di 5 rapine consumate pluriaggravate, è difeso dall’avvocato Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord.

Giugliano, rapine e pestaggi contro commercianti: scarcerato 15enne

Lo scorso maggio il pubblico ministero del Tribunale dei minorenni di Napoli, Claudia De Luca, aveva concluso le indagini preliminari nei confronti dei 5 minorenni arrestati lo scorso 19 marzo e aveva chiesto il giudizio immediato, che è stato concesso dal gip Paola Brunese. I minori, attraverso i loro legali, avevano chiesto la messa alla prova.

Ai 5 minori, tutti di Giugliano, difesi dagli avvocati Luigi Poziello, Antonio Peluso, Antonio Gravante e Raffaele Pesce, sono stati contestati, a vario titolo, 5 rapine aggravate, porto e detenzione di armi, lesioni.

L’ultima rapina, che culminò in un pestaggio, risale a un mese fa a Giugliano. La baby gang aggredì con inaudita violenza un dipendente di un distributore di carburanti, colpendolo ripetutamente con il calcio della pistola sulla testa e con calci e pugni dopo averlo fatto cadere per terra.

L’episodio fu denunciato con la diffusione sui social di un video dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Borrelli. Altri due raid sono stati commessi tra Natale e Capodanno scorsi in danno di un supermercato e di una pharmasanitaria.

In tutti i casi i rapinatori hanno adoperato una pistola per minacciare le vittime e per farsi consegnare il danaro provento delle giornate di lavoro. Un’altra rapina fu commessa ai danni di una coppia di cinesi, titolari di in attività commerciale a Via Aviere Mario Pirozzi di Giugliano, che furono aggrediti fisicamente con calci e pugni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it