beni confiscati

A Giugliano parte l’osservatorio comunale sui beni confiscati. La presentazione si e’ tenuta ieri proprio in un bene sottratto alla criminalità, ovvero l’ex Parco Rea. In città sono ben 98, tra terreni ed edifici. Numeri importanti che oltre al valore simbolico, possono creare lavoro e sviluppo per il territorio. Ora la giunta comunale dovrebbe adottare le nuove linee d’indirizzo.

L’assessore regionale Morcone ha sottolineato l’importanza del riutilizzo in chiave sociale di questi beni.

In questa struttura confiscata lungo la circumvallazione, già opera la cooperativa Mondo in Cammino. Un esempio virtuoso delle grandi opportunità che possono sorgere dai beni confiscati.

continua a leggere su Teleclubitalia.it