giugliano rom comune

GIUGLIANO. Resta ancora il problema delle residenze dei rom di via Carrafiello ma il Comune dà il via libera per far sì che i bambini rom da lunedì possano frequentare la scuola. E’ questo quanto emerso dall’incontro che si è tenuto stamane al Comune tra amministrazione, delegazione rom e associazioni. Il problema relativo alle residenze che per gli abitanti di quella comunità sono congelate da due anni non è ancora risolto e dall’amministrazione stamane hanno detto ai rom “di dover dimostrare di voler cambiare, di non appiccare più roghi tossici”, così si vedrà di risolvere anche la questione residenze. L’unica opzione è quella di dare loro residenza nella casa comunale visto che l’accampamento di via Carrafiello è abusivo. Opzione questa al vaglio della prefettura.

Incontro tra rom e amministrazione

Intanto da lunedì i bambini potranno iniziare a frequentare una scuola a Scampia che ha dato disponibilità ad accogliere i minori del campo. L’associazione Arrevutammoce dovrà occuparsi di vestire, lavare e trasportare a scuola i più piccoli. Il Comune provvederà a fornire per questa attività 30mila euro del progetto Abramo.

“L’incontro è stato positivo – commenta l’assessore Pietro Di Girolamo -. Abbiamo previsto due cose importanti: la scuola e la vaccinazione dei bambini. Ho chiesto all’Asl un nuovo programma vaccinale mettendo a disposizione un’ambulanza nel campo”. Per quanto riguarda la questione delle residenze “aspettiamo l’ok della Prefettura – spiega l’esponente della giunta – ma i rom devono dimostrare di voler cambiare, non possiamo più subire roghi tossici”. Infine per l’integrazione l’amministrazione si dice propensa all’housing sociale ma “ribadiamo che devono essere distribuiti su tutto il territorio, noi possiamo accoglierne una parte” dice Di Girolamo. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it