Giugliano. Un consiglio comunale al veleno dopo un notte di tensione. All’ordine del giorno c’erano l’approvazione del bilancio dell’ultimo anno, l’esordio dei due nuove assessori Laura Poziello e Paolo Conte e della consigliera Giulia Palma, ma poche ore prima c’è stato un tentativo di sfiduciare il sindaco Antonio Poziello. Un gruppo di consiglieri di minoranza, tranne Francesco Aprovitola, e 6 di maggioranza, assenti in assise, si sono recati da un notaio di Villaricca per mandare a casa il primo cittadino. 

La sfiducia è poi saltata per motivi non ancora chiari e nell’aula consiliare si è avvertito tutto l’astio tra le parti con l’opposizione che è uscito prima del voto e dopo una mattinata dove si sono registrati pesanti scambi d’accuse. Il primo cittadino ha annunciato anche lo stop al progetto del nuovo impianto rifiuti che lo regione avevano previsto allo Stir in zona Asi e definitivo “poco eleganti” i tentativi di sfiduciarlo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp
Banner tv77 Finearticolo