La Quinta Sezione della Corte di Appello di Napoli ha assolto Alfredo Aprovitola, ritenuto dagli inquirenti il tesoriere del clan Mallardo.

Giugliano, assolto Alfredo Aprovitola: era accusato di essere il tesoriere del clan Mallardo

Come riporta InterNapoli.it, i giudici hanno accolto il ricorso del collegio difensivo (composto dagli avvocati Giulia Buongiorno, Sabato Graziano e Mario Griffo), scagionando Aprovitola dalla accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Il Procuratore generale aveva chiesto la conferma della condanna di primo grado a 7 anni di reclusione. Secondo l’accusa si sarebbe occupato della gestione delle varie attività imprenditoriali riconducibili al clan ed avrebbe assunto “l’incarico di commercialista delle varie attività imprenditoriali soprattutto nei settori immobiliare ed edilizio”. A seguito del processo in Corte di Appello, il giudice ha ritenuto insussistenti le accuse a suo carico e lo ha assolto per non aver commesso il fatto. Dissequestrati i beni di Aprovitola e restituiti al legittimo proprietario.

continua a leggere su Teleclubitalia.it