Resta in carcere Vincenzo Palumbo, il 53enne che ha sparato contro Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro, scambiandoli per ladri.

Giovani scambiati per la ladri e uccisi a Ercolano, Palumbo resta in carcere

Il camionista è accusato di duplice omicidio aggravato. La decisione del gip di Napoli, Carla Sarno, arriva dopo due ore di interrogatorio: la giudice non ha convalidato il fermo emesso dalla Procura di Napoli e ha disposto una misura cautelare in carcere nei confronti dell’autotrasportatore di 53 anni.

I pm Luciana D’Angelo e Daniela Varone, che coordinano le indagini dei carabinieri, avevano chiesto che il camionista rimanesse in cella. Esprime “gratitudine e rispetto” negli inquirenti per “il grande lavoro svolto”, la famiglia di Tullio Pagliaro. “I magistrati hanno manifestato grande umanità e rispetto verso il nostro dolore”, fanno sapere i familiari di Tullio attraverso il loro legale. “Ci affidiamo completamente a loro per fare luce su questa tragedia che ci ha distrutto la vita, nella certezza che sarà fatta giustizia per un crimine di una ferocia inaudita che non ha spiegazioni e non merita commenti”, concludo i familiari.

L’autopsia

Intanto, è stata fissata la data in cui verrà eseguito l’esame autoptico. L’autopsia, prevista per il 3 novembre alle ore 16, si svolgerà al Secondo policlinico di Napoli. Poi le salme, attualmente sottoposte a sequestro, saranno restituite alle rispettive famiglie per i funerali.

continua a leggere su Teleclubitalia.it