Macabro ritrovamento ieri sera a Melito. Il corpo senza vita di un insegnante di sostegno è stato trovato nel cortile della scuola “Marino-Guarano”, dove il docente lavorava. La vittima si chiamava Marcello Toscano, 64 anni, di Mugnano.

Giallo a Melito, professore trovato senza vita nel cortile di una scuola

Le ricerche erano partite alle 20, quando i familiari avevano lanciato l’allarme visto che non ne avevano più sue notizie dalla mattina. Era stato il figlio a recarsi in caserma per denunciare la sua scomparsa. Il cadavere del 64enne è stato poi trovato dai militari dell’Arma, nella tarda serata di ieri, in un’aiuola dell’istituto scolastico. Dai primi accertamenti pare che la morte sia riconducibile a un’aggressione con arma bianca ma è ancora tutto da verificare.

Le indagini sono state affidate ai carabinieri della stazione di Mugnano e della compagnia di Marano che hanno già acquisito diverse immagini dalle telecamere presenti in zona. Esclusa l’ipotesi del suicidio mentre è al vaglio degli inquirenti quella dell’omicidio, anche se non ci sono ancora conferme.

Toscano era molto conosciuto sia a Melito che a Mugnano. Da qualche anno gestiva anche un istituto scolastico privato. Ex consigliere comunale, nel 2015 era stato eletto nella fila del Partito Democratico. Si era poi candidato due anni fa risultando il primo dei non eletti. L’uomo era sposato ed aveva due figli. Sconvolto il sindaco di Mugnano, Luigi Sarnataro, che al Mattino dichiara: “È una notizia terribile, attendiamo l’esito delle indagini”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it