Sarebbero 12 i detenuti risultati positivi al Covid-19 al carcere di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. E’ stato il segretario generale del Sindacato Polizia Penitenziaria (Spp) Aldo Di Giacomo a lanciare l’allarme.

Focolaio nel carcere di Santa Maria Capua Vetere: “Almeno 12 positivi”

“La situazione  nei penitenziari della Campania nel giro di qualche settimana si è fortemente aggravata – spiega Di Giacomo – e richiede, come stiamo chiedendo già da tempo, l’obbligo vaccinale per tutti i detenuti perché limitarlo solo al personale penitenziario non basta a bloccare il focolaio. Non può essere certo il Green Pass a prevenire il rischio se l’obbligo non viene esteso a tutti, a cominciare dai familiari e dagli avvocati dei detenuti”.

“Evidentemente – prosegue Di Giacomo – si immaginano i nostri penitenziari come quelli dei film americani con alte vetrate che separano il detenuto dal familiare o dall’avvocato. La situazione da noi è diversa: gli ingressi dall’esterno avvengono senza esibizione di Green Pass con un lungo percorso interno prima di arrivare alla sala colloqui dove davanti ad un tavolo è montato un semplice pannello in plexiglass come quelli che è possibile trovare nei bar. In queste condizioni, come possono confermare i medici e gli esperti della pandemia, non c’è alcuna condizione di prevenzione vera dal contagio”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it