Nuovo focolaio in Campania. Ad Avellino è stata chiusa la mensa dei poveri nella Cittadella della Carità dopo che sono emerse 15 positività. 

Focolaio Covid ad Avellino, chiude la mensa dei poveri: 15 positivi

Ieri sera, dopo i primi sintomi denunciati da due ospiti, confermati successivamente dai tamponi, la struttura che comprende cucine, sala mensa e dormitorio, è stata chiusa.

Le persone risultate positive sono immigrati senza fissa dimora provenienti dall’Europa dell’Est e dall’Africa e cinque di nazionalità italiana. Cinque volontari della Caritas diocesana impegnati nella gestione si sono posti in isolamento e nelle prossime ore si sottoporranno al tampone molecolare.

L’attività di asporto per gli indigenti non si è però fermata. Decine di famiglie, ristoratori e imprenditori si sono attivati per dare una mano alla Caritas, facendo giungere alla mensa cibi già pronti da destinare alle persone in difficoltà.

“Entro domenica – spiega don Vitaliano Della Sala, vice direttore della Caritas di Avellino all’ANSA- contiamo di riaprire dopo la sanificazione della struttura. Nel frattempo abbiamo chiesto alla Asl di trasferire i positivi presso un Covid Center. Resta il problema di fondo che riguarda la gestione della povertà e delle fragilità. Le nostre strutture – spiega don Vitaliano- da luogo di prima accoglienza sono diventate i terminali di tutte le povertà: psicologiche, sanitarie, economiche, per diventare una sorta di “discarica” sociale della quale nessuno si preoccupa”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it