Prima la fuga di gas poi il potente boato: crolla palazzina a San Felice a Cancello, nel casertano. Il fatto è accaduto poco fa nella mattinata di oggi venerdì 19 novembre, in via Napoli. Una coppia di coniugi è rimasta intrappolata sotto le macerie dopo il crollo dell’abitazione per lo scoppio di una bombola. Individuata viva una persona: si tratterebbe di una donna di 74 anni. Si continua a cercare il marito dell’anziana, della stessa età.

Tragedia nel casertano, crolla abitazione

Al momento si scava senza sosta per recuperare i due pensionati intrappolati tra polvere e detriti. Sul posto sono a lavoro i vigili del fuoco che stanno scavando tra le macerie alla ricerca di persone rimaste intrappolate; forse due anziani non sono riusciti a mettersi in salvo e sarebbero rimasti sotto le macerie mentre altri inquilini sono riusciti a scappare. All’origine del crollo pare vi sia una fuga di gas, che ha generato un’esplosione. Presenti anche carabinieri, polizia, esercito diverse ambulanze.

I vigili del fuoco hanno localizzato, grazie ai cani molecolari, il punto esatto delle macerie dove si trovano i due anziani rimasti intrappolati nel crollo della palazzina. Sono state avvertite delle urla di richiamo, forse di una donna 74enne, provenienti dalle macerie. Entro poco tempo si spera di poter estrarre i dispersi. Continuano le ricerche del marito, anch’egli 74enne.

Le cause

Secondo una prima ricostruzione, sarebbe una fuga di gas la causa del crollo della villetta. Secondo quanto ipotizzato dai carabinieri e dai vigili del fuoco intervenuti sul posto, la fuga di gas avrebbe saturato una delle stanze della villetta, nella quale vivevano i due coniugi. Al loro risveglio, probabilmente dopo l’accensione di una luce, è avvenuta l’esplosione che ha causato il crollo dell’intero edificio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it