Le hanno puntato il coltello contro il fianco poi quando si sono resi conto che la vittima era in dolce attesa e si stava sentendo male, si sono dati alla fuga. Lo spavento per la tentata rapina è stato talmente forte che una donna, di 45 anni, ha perso il bambino che portava in grembo.

Donna incinta minacciata con un coltello dai rapinatori nel Casertano: perde il bambino per lo choc

I fatti a San Felice a Cancello, in provincia di Caserta. La vicenda si è verificata a pochi metri dall’abitazione della vittima, incinta di sette mesi. Come riporta Il Mattino, la 45enne si era accorta di essere seguita da due ragazzi in sella a uno scooter, solo quando è arrivata sotto casa.

Appena scesa dall’auto le hanno puntato un coltello sui fianchi. “Dacci le chiavi dall’auto, altrimenti ti ammazziamo” hanno intimato i due rapinatori alla donna che poco dopo ha avuto un malore e si è accasciata a terra.

A quel punto i due balordi sono scappati. Una conoscente, che stava passeggiando con un bambino, ha soccorso la 45enne. Qualche ora dopo, la donna ha cominciato ad avere forti dolori addominali ed è stata così trasportata d’urgenza dal marito al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Alfonso Maria de’ Liguori di Sant’Agata de’ Goti, dove è stata dimessa qualche ora dopo.

Rientrata a casa, i dolori sono continuati e dopo aver contattato il ginecologo di fiducia, la donna è stata sottoposta a una visita d’urgenza. Purtroppo il piccolo ha perso la vita. La donna ha avuto un distacco di placenta e di conseguenza un aborto spontaneo. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it