daniele de angelis alfeire della repubblica

Daniele De Angelis, 14enne di Marano è Alfiere della Repubblica Italiana. Lo ha premiato il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, «Per l’aiuto offerto nella scuola e anche all’interno della famiglia nei momenti più duri della pandemia».

Quest’anno il Capo dello Stato ha inteso premiare quale Alfiere quei ragazzi che nel 2021, come recita una nota del Quirinale:

Si sono distinti per l’uso consapevole e virtuoso degli strumenti tecnologici e dei social network, anche in relazione ai problemi posti dalla pandemia. I casi scelti sono emblematici di comportamenti da incoraggiare, componendo un mosaico di virtù civiche espresse dai giovani durante questo lungo e difficile periodo.

Daniele, Alfiere della Repubblica Italiana

Daniele si è dedicato ai cugini più piccoli aiutandoli nello studio e li ha seguiti nella didattica a distanza. Gli zii, entrambi infermieri, erano impegnati nei reparti Covid degli ospedali campani. Spesso hanno dovuto lasciare i figli dai nonni residenti in un comune diverso.

Daniele li ha aiutati da remoto e telefonicamente, sostenendoli nei compiti, risolvendo problematiche tecniche di connessione e caricando i documenti dei bambini sui vari portali scolastici. La zia ha raccontato che Davide una sera le disse al telefono: «Ci penso io a Sara, tu stai tranquilla e salva quante più vite umane puoi».

continua a leggere su Teleclubitalia.it