Dopo il Green pass e il Super Green pass, arriva anche il Mega Green pass. Una certificazione che viene rilasciata a chi si è sottoposto anche alla terza dose del vaccino o booster.

Mega green pass: cos’è e a cosa serve

Il Mega Green pass si aggiunge agli altri due documenti: il Green pass, o certificato base, e il Super Green pass, o certificato rafforzato. Il primo attesta l’avvenuta vaccinazione anti-Sars-Cov-2, la guarigione dall’infezione Covid-19 o l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare. Il secondo, invece, indica solo l’avvenuta vaccinazione o la guarigione.

Ma a cosa serve il Mega Green pass e quali sono le differenze con gli altri certificati? Il Mega Green pass consente di accedere liberamente nelle Rsa, nelle strutture residenziali e socio-assistenziali. In questo caso basta aver completato il ciclo vaccinale con la terza dose oppure con un tampone negativo che accompagni l’avvenuta vaccinazione con le sole due dosi. La misura sarà in vigore dal 30 dicembre 2021 fino al 31 marzo 2022.

Secondo alcune indiscrezioni, è possibile che il Mega Green pass venga richiesto per l’ingresso nelle discoteche, quando riapriranno dal 31 gennaio al 31 marzo 2022.

Green pass base

Il Green pass base può essere ottenuto da chi ha deciso di non sottoporsi alla vaccinazione. Basta infatti fare un tampone che accerti la negatività nelle ultime 48 ore e esibire il risultato nei luoghi in cui esso viene richiesto.

Il green pass base è necessario sia per accedere ai luoghi di lavoro per svolgere la propria mansione sia per prendere i mezzi di trasporto, anche quelli del trasporto pubblico locale.

Per sanitari, personale scolastico, forze di polizia e forze armate c’è l’obbligo di vaccinazione, per tanto non basta la versione base del passaporto vaccinale.

Super green pass

Il Super green pass è previsto solamente per vaccinati o guariti dal Covid-19. Sono esclusi coloro che non hanno ricevuto la dose del vaccino, anche nel caso in cui avessero un tampone negativo. Già da oggi fino al 31 marzo 2022 bisognerà essere necessariamente vaccinati o guariti dal Coronavirus per il consumo di cibi e bevande al banco, al chiuso, nei servizi di ristorazione.

Invece a partire 10 gennaio fino al 31 marzo 2022 il super green pass servirà per accedere in piscine, palestre e sport di squadra, musei e mostre, al chiuso per i centri benessere, centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche), parchi tematici e di divertimento, al chiuso per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia); sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

continua a leggere su Teleclubitalia.it