Per l’omicidio Caterino il pm della Dda napoletana ha chiesto trent’anni di carcere nei confronti del capo dell’ala stragista del clan dei Casalesi, Giuseppe Setola.

Per l’omicidio di Caterino chiesti 30 anni al boss Giuseppe Setola

Il killer casalese in questo processo è accusato dell’omicidio di Luigi Mosvaldo Caterino avvenuto nel febbraio 1999 a Castel Volturno in provincia di Caserta. Come riporta Cronache della Campania stessa richiesta di pena chiesta anche per gli altri coimputati, Mario e Francesco Cavaliere, Giovanni Russo, Giuseppe Dell’Aversano e Alessandro Cirillo. Tredici anni per Domenico Bidognetti, che assieme a Setola e Dell’Aversano e’ considerato uno dei mandanti. L’omicidio avvenne al culmine della sanguinosa faida di camorra tra il clan Bidognetti e i clan Cantillo, a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila, per il controllo dell’area domiziana situata nell’hinterland casertano all’interno della cosca del clan dei Casalesi. Ennesimo colpo al clan dei Casalesi. Continua dunque il declino della famosa cosca casertana, oramai totalmente decimato da arresti, pentimenti e inchieste giudiziarie.

continua a leggere su Teleclubitalia.it