Ciclone Apollo, allerta rossa in Sicilia: piogge, vento forte e mareggiate

Allerta rossa in Sicilia

L’uragano Apollo si avvicina alla Sicilia e a Catania: il capo della Protezione Civile regionale Salvo Cocina fa sapere che nella mattinata non sono fortunatamente segnalate criticità di rilievo. Secondo il bollettino diramato, sono previsti anche venti forti dai quadranti orientali, con raffiche di burrasca su Sicilia orientale e settore ionico della Calabria centro-meridionale; possibili mareggiate lungo le coste esposte e mare anche localmente molto agitato sullo Ionio meridionale.

Da stanotte, intanto, nel siracusano, è arrivata la pioggia: le città colpite sono Siracusa, Floridia, Cassibile, Noto, Solarino, Augusta, Avola, Francofonte, Palazzolo Acreide, Sortino, Melilli, Canicatti e Porto Palo.

“La pioggia sulla Sicilia orientale dalla notte scorsa si sta intensificando nella provincia di Siracusa, dove c’è la frazione di Targia che risulta allagata e si registrano infiltrazioni nell’ospedale di Avola. È stata interrotta dalla polizia stradale la circolazione nell’autostrada di collegamento con Catania tra Melilli e Siracusa Nord, sempre per allagamento – ha affermato Salvo Cocina a UnoMattina su Rai1 – È una pioggia sostenuta, ma non forte: in sei ore sono caduti circa 120 millimetri di acqua, quindi circa 20 l’ora. Anche a Catania sta piovendo, ma non in maniera intesa. Se si dovesse mantenere così non ci sarebbero criticità ulteriori. Sono piogge di minore entità ma su un terreno che è già saturo e non può ricevere acqua ed è pericoloso perché invade le strade e, nei terreni, può innescare smottamenti, frane e cadute di fango”.

Le norme da seguire

Il Dipartimento regionale della Protezione Civile in Sicilia ha raccomandato alla popolazione di usare la massima prudenza e di attenersi alle norme di comportamento previste in caso di pioggia intensa, evitando quindi spostamenti sia per non intralciare i soccorsi e, soprattutto, per evitare di mettere a rischio la propria incolumità.

Il traffico ferroviario è stato sospeso in via precauzionale su tutta la Sicilia orientale. Ferme le linee Catania-Siracusa-Ragusa dalla mezzanotte alle ore 9 e l Ragusa–Canicattì dalla mezzanotte alle ore 13.

Catania “barricata”

Scenario da brividi quello che si presenta nella città di Catania: negozi chiusi, poca gente per le strade e tante tavole di legno, sacchi di sabbia, cartoni e cellophane per proteggere vetrine ed ingressi dei negozi. Catania è totalmente barricata, in attesa di Medicane: la gente, impaurita dopo i fatti recenti, ha preso d’assalto i supermercati mentre uffici pubblici e le scuole sono rimasti chiusi, così come previsto anche per domani; stessa cosa per bar e ristoranti.

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it