centrale falso castel volturno monete 2 euro

Scoperta centrale del falso a Castel Volturno. I carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di un 71enne del posto. Deve rispondere dei reati di falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato, previo concerto, di monete falsificate e fabbricazione o detenzione di filigrane o di strumenti destinati alla falsificazione di monete, di valori di bollo o di carta filigranata.

Castel Volturno, scoperta centrale dei 2 euro falsi

L’uomo era già detenuto ai domiciliari per reati contro il patrimonio. Quando i militari dell’Arma di Mondragone sono giunti presso la sua abitazione per un controllo, sono stati insospettiti dai suoi comportamenti circospetti. Così è scattata la perquisizione domiciliare. Gli uomini della Benemerita hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro una vera e propria “zecca clandestina”, completa di conio per la produzione illecita di monete da 2 euro con effigi francesi. Una piccola fabbrica del falso che permetteva di mettere in circolazione decine di monete di piccola taglia per un valore di migliaia di euro.

Materiale sotto sequestro

Sotto chiave sono finiti diversi attrezzi e strumenti utili alla fabbricazione della moneta, tra cui una macchina industriale tipo pressa idraulica, una virgola completa composta da due 2 pezzi metallici di forma cilindra, una moneta comune da 2 euro (usata come modello), una moneta con riproduzione della faccia di nazionalità francese 2012, 40 anelli esterni in lega metallica color argento. Sequestrato anche un telefono cellulare, presumibilmente usato dal 71enne per mettersi in contatto con distributori o altri componenti della filiera del falso. L’uomo è ora in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp
Banner tv77 Finearticolo