arresto castel volturno

Castel Volturno. All’alt degli agenti ha fatto immediatamente retromarcia per paura che potessero scoprire la droga occultata in macchina, destando così sospetti ai poliziotti che erano in servizio.

Alla vista degli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania, in servizio in Castel Volturno e coordinati dal dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Castel Volturno diretto dal Vice Questore Aggiunto Dr. L. GRAZIANO, con una manovra repentina ha innestato la marcia indietro nel disperato tentativo di sottrarsi al controllo.

E’ quello che  Edwin MADUBUEZE, nigeriano 36enne, ha provato a fare nella tarda serata di ieri, allorquando le pattuglie della Polizia di Stato, nel transitare lungo la Domitiana, hanno notato il veicolo Toyota Yaris, il cui conducente anziché immettersi sulla statale, alla loro vista frettolosamente ha provato fare marciare indietro.

La manovra del tutto inspiegabile, ha insospettito gli agenti della polizia che, immediatamente, procedevano a bloccare l’auto scoprendo ben presto perché lo straniero avesse provato ad eludere il controllo. E sì perché dall’abitacolo fuoriusciva un fortissimo odore di marijuana, mentre il 36enne provava a spiegare la sua insofferenza asserendo di essere sprovvisto della patente.

E l’odore era così forte perché all’interno del veicolo, occultata tra i sedili, gli agenti hanno rinvenuto una busta contenente la sostanza stupefacente per un peso complessivo di ben 140 grammi. Lo straniero, già noto alle forze dell’ordine, è stato tratto in arresto e accompagnato alla casa circondariale di S. Maria mentre la marijuana ed il denaro trovato in suo possesso è stata sottoposta a sequestro.

 

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it