miriam morta cardito malore

E’ ancora sotto choc la comunità di Cardito per la morte di Miriam Laezza, la piccola di 5 anni stroncata da un malore mentre faceva lezione presso una scuola di danza di Cardito, la Heart Ballet. In queste ore si stanno moltiplicando testimonianze e messaggi di cordoglio per la famiglia della bimba.

Il ricordo del cugino: “Ti vedrò danzare in paradiso”

“Non ho dormito tutta la notte, polpetta – scrive Daniel, un cugino di famiglia su Facebook  – davanti agli occhi miei ho ancora il tuo volto freddo quanto ti ho salutato l’ultima volta. Ci hai distrutti, tutti. Non ci credo che tu sia volata in cielo a soli 5 anni. Ti vorrò sempre bene, paletta mia. Dai forza anche a mamme e papà. Non vogliamo ammetterlo che non ci sei più. Sembrava che dormissi. Per me sarà un arrivederci. Un giorno verrò anche io in paradiso a vederti danzare perché quello era il tuo sogno. Ci manchi”.

Le cause della morte

Sono ancora avvolte dal mistero le cause del decesso della piccola. Secondo una prima ricostruzione, la bimba avrebbe avuto un arresto cardiocircolatorio. L’ipotesi dei medici è che fosse affetta da un problema cardiaco congenito non diagnosticato, venuto fuori purtroppo durante lo sforzo fisico compiuto nella lezione di danza. Soltanto l’esame autoptico disposto dalla Procura però potrà fare definitiva luce su quanto accaduto. I soccorsi prestati subito dopo il malore e il trasporto all’ospedale San Giovanni Di Dio di Frattamaggiore non hanno permesso di salvare la vita di Miriam Laezza.

Il cordoglio della scuola di ballo

Poche ore fa è apparso anche il post su Facebook della scuola di danza dove la piccola faceva lezione. “La heart ballet asd si stringe alla famiglia della piccola Miriam per il grave lutto che l’ha colpita e che ha distrutto noi tutti. Un dolore che nessun genitore dovrebbe mai provare. Ringraziamo tutti per le parole di conforto e di vicinanza, ma adesso è il momento del silenzio e della preghiera”, si legge sul social network. Tanti i messaggi di vicinanza rivolti ai genitori, Giovanni e Antonella. In lutto anche la scuola dell’infanzia Quasimodo di Crispano, che la piccola frequentava. L’anno prossimo sarebbe andata in prima elementare.

Foto: Facebook

continua a leggere su Teleclubitalia.it