capua abusata 15enne in auto condanna

L’avrebbe costretta a entrare in auto, poi l’avrebbe baciata e infine l’avrebbe palpeggiata nelle parti intime. E’ con quest’accusa che è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere un uomo di 62 anni di Capua, A.D.P.

Capua, abusa di una ragazzina di 15 anni in auto

L’uomo, imputato con l’accusa di violenza sessuale aggravata, aveva scelto il rito abbreviato. Il Giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso nei confronti dell’orco una sentenza di condanna. Dovrà scontare la sua pena in carcere per una vicenda che risale a due anni fa, in tempi di lockdown. Secondo la ricostruzione dell’accusa, l’uomo avrebbe costretto una giovanissima di Capua a salire in macchina.

Una volta “in trappola”, nell’abitacolo della vettura, con le sicure abbassate, la 15enne è stata prima baciata dal 62enne; poi palpeggiata. L’orco le avrebbe infilato le mani tra le gambe. Ad assistere alla scena due ragazzi che si trovavano nella zona e che avrebbero spinto l’orco a temporeggiare. La giovane, poi, con la scusa di una telefonata, è riuscita a scendere dall’abitacolo e a darsi alla fuga. A quel punto, sotto choc, ha denunciato l’episodio facendo scattare le indagini di Procura e forze dell’ordine.

La condanna

Il 62enne dovrà scontare adesso 2 anni e 8 mesi in cella. E’ riuscito a beneficiare di uno sconto di pena per aver scelto il rito abbreviato. Dovrà altresì versare circa 3mila euro come risarcimento, oltre alle spese legali. Una brutta storia che si è risolta nelle aule di un tribunale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it