sequino forza italia

Terremoto in Forza Italia dopo la presentazione delle liste per le elezioni del 25 settembre. In Campania la mancata ricandidatura di De Siano, Pentangelo e Sarro ha portato strascichi nel partito campano e dopo di loro diversi esponenti locali hanno lasciato il partito azzurro.

Dimissioni in Forza Italia

Tra questi anche Alfonso Sequino, ex consigliere comunale di Giugliano, vice coordinatore provinciale ed a fine luglio 2021 vice coordinatore regionale di Forza Italia dal senatore De Siano, che ha rimesso l’incarico politico nelle mani del nuovo commissario lasciando Forza Italia. “Lascio, dopo anni di militanza, con rammarico politico e sofferenza personale Forza Italia – ha dichiarato Sequino -. È una decisione meditata. Ritengo necessario prendere le distanze politiche dalle scelte fatte dal Commissario Fulvio Martusciello, il quale, ha agito autonomamente e senza alcuna condivisione, definendo il declino totale del Partito in Campania e nella mia città”.

Anche Domenico Di Domenico e Antonio Cacciapuoti, rispettivamente vice sindaco e capogruppo di Forza Italia di Qualiano lasciano il partito. L’iniziativa, fanno sapere, è stata assunta in quanto non condividono la linea politica del neo commissario regionale di Forza Italia.

La scia ha raggiunto anche il comune di Ottaviano dove Nando Federico, Lucia Sciesa e Lucia Tranchese, rispettivamente capogruppo e consigliere comunali di Forza Italia del comune del vesuviano hanno deciso anche loro di abbandonare la compagine azzurra sempre per lo stesso motivo, cioè il dissenso dalla linea politica del nuovo coordinamento regionale di Forza Italia. Le dimissioni dei consiglieri seguono quelle del primo cittadino Luca Capasso, sindaco tra i più votati in Italia alle ultime amministrative.

Salvini a Giugliano: “Togliere reddito di cittadinanza a chi rifiuta prima offerta di lavoro”

continua a leggere su Teleclubitalia.it