Migliorare la connessione a internet e quindi agevolare l’accesso ai servizi digitali. Questo l’obiettivo del “bonus internet” pensato per famiglie, privati e imprese affinché possano pagare, per chi ancora non lo avesse, abbonamenti ad internet ultraveloce.

Bonus internet 2022 da 300 euro senza limiti Isee: cos’è e come funziona

C’è, però, una novità: se, infatti, fino all’anno scorso i beneficiari del bonus erano esclusivamente le famiglie con un reddito Isee fino a 20mila euro, adesso anche le partite Iva possono richiedere il bonus. E non solo: non c’è più limite Isee.

Lo possono chiedere infatti tutte le famiglie che vogliono un servizio a banda larga più veloce per le proprie utenze domestiche. Ottenere il sussidio è molto facile: basta rivolgersi a uno degli operatori telefonici accreditati con il Ministero dello Sviluppo economico. Il termine di erogazione della misura è stato fissato per il 15 dicembre 2022.

Leggi anche >> Arriva il bonus 550 euro: cos’è, chi può richiederlo e come fare

Gli interventi sono finanziati con risorse statali del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020: sono circa 608 milioni. Il bonus prevede l’erogazione di un contributo di importo compreso tra un minimo di 300 euro ed un massimo di 2.500 euro per abbonamenti ad internet a velocità in download da 30 Mbit/s ad 1 Gbit/s (e superiori), di durata pari a 18 o 24 mesi. Le imprese beneficiarie potranno richiedere il voucher ad uno qualunque degli operatori accreditati, fino ad esaurimento delle risorse stanziate e, comunque, non oltre il 15 dicembre 2022.

continua a leggere su Teleclubitalia.it