Stava facendo footing quando Francesco Capece, assistente capo della Polizia di Stato, 45 anni, si è sentito male e si è accasciato al suolo, morendo poco dopo. I fatti questa mattina, ad Aversa, in provincia di Caserta.

Aversa, poliziotto si sente male mentre fa jogging: muore a 45 anni

Il poliziotto, residente a Carinaro, si era spostato ad Aversa per andare a correre nei pressi del parco Puozzi. Ad un certo punto – per cause ancora da accertare – Capece ha accusato un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. A nulla è servito l’intervento degli operatori del 118 che, nonostante i tentativi di rianimazione, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 45enne.

Dopo aver appreso la triste notizie, è partito il tam tam sui social da parte di amici e parenti del poliziotto. Tra i tanti messaggi, vi è anche quello dell‘ex vicesindaco di Carinaro, Giuseppe Barbato: Questa mattina mentre si recava a correre nella vicina Aversa il carissimo Francesco si è sentito male e nonostante i soccorsi non c’è stato nulla da fare. Francesco Capece aveva 45 anni ed era figlio di Salvatore ed Eufemia Sglavo”, ha scritto Barbato.

“Era coniugato con Angela Caianiello, sua collega dalla cui unione sono nate due figlie. Appartenente a due nostre famiglie molto conosciute, laboriose e benvolute da tutti il nostro giovane papà Francesco anch’egli una perla di saggezza. Sempre sorridente, affettuoso e attaccato agli affetti familiari tipici di noi Carinaresi”, ha aggiunto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it