Nuova protesta dei lavoratori della Ctp, la società partecipata della Città Metropolitana di Napoli che si occupa del trasporto pubblico e che, a causa delle difficoltà economiche, ha annunciato a inizio gennaio la cassa integrazione straordinaria per circa 500 dipendenti.

La situazione è anzi peggiorata negli anni. Così questa mattina i lavoratori, senza stipendio da dicembre,  prima hanno fatto sentire la loro voce al deposito di Arzano – dove dal 20 dello scorso mese sono fermi gli autobus della società, e poi si sono spostati al Maschio Angioino, dove questa mattina è in corso il consiglio comunale.

Nonostante nei 72 comuni serviti dalla ctp il servizio sia fermo da dicembre, secondo i lavoratori sarebbero pochissimi i primi cittadini che si sarebbero attivati per provare a risolvere il problema. 

Di seguito l’intervista ai lavoratori Ctp realizzata per il TG CLUB del 21.01.21

continua a leggere su Teleclubitalia.it