Allarme virus respiratorio sinciziale anche a Napoli: risultano circa 40 i casi accertati al Santobono, tra bimbi al di sotto dei 18 mesi di vita.

Virus sinciziale: 40 casi al Santobono

“In questo momento siamo tra i 30 e i 40 casi accertati al Santobono. Il Virus sinciziale c’è sempre stato. Riguarda bimbi al di sotto dei 18 mesi di vita e colpisce le vie respiratorie. Per gli adulti e i bambini più grandi si manifesta con un semplice raffreddore, per i più piccoli invece può creare problemi respiratori”. Queste sono le affermazioni che il dottor Vincenzo Tipo, primario dell’ospedale Santobono di Napoli, ha rilasciato a Fanpage.it.

Il medico aggiunge che questo virus colpisce generalmente dopo Natale, tra fine dicembre e inizio gennaio: la novità del 2021 sta quindi nel momento in cui si è diffuso. Dei circa 40 pazienti che si trovano in ospedale, il 10% è in terapia intensiva o subintensiva; la maggior parte, invece, non presenta particolari problematiche ed è in condizioni stabili. I più critici sono i neonati perché, come spiega il pediatra, tanto più bassa è l’età, tanto più è forte la sintomatologia, necessitando maggiore attenzione.

Il virus tra i più piccoli: colpita anche la figlia di Chiara Ferragni

Il virus sinciziale è uno degli argomenti di cui attualmente più si parla anche per il fatto che la figlia di Chiara Ferragni e Fedez sia una delle bimbe che lo ha contratto. Il rapper ha pubblicato una storia sui social parlando del virus, raccomandando a chi ha bambini piccoli di prestare molta attenzione. Successivamente, Chiara Ferragni ha pubblicato un breve post nelle sue storie Instagram, in cui comunica che le condizioni di Vittoria sono in miglioramento.

continua a leggere su Teleclubitalia.it