agguato napoli due arresti

Agguato a colpi d’arma da fuoco, 2 arresti a Napoli. Sono stati ammanettati dalla Polizia di Stato e condotti in carcere i presunti responsabili di un agguato a colpi d’arma da fuoco ai danni di un ragazzo di 16 anni avvenuto nel quartiere napoletano di Barra la notte tra il 21 e il 22 luglio scorso.

Per gli inquirenti, l’episodio sarebbe maturato nell’ambito dello scontro in atto per il controllo delle piazze di spaccio tra baby-gang, che spesso risultano collegate ai clan di camorra, come, secondo le risultanze investigative, in questo caso.

Napoli. Aguato a colpi di pistola, due arresti

Come riporta Il Mattino, in manette sono finiti Pasquale Ventimiglia, 20 anni e Luigi Valda, 23 anni, figlio di Ciro Valda esponente della camorra partenopea ucciso nel 2013, e già arrestato per spaccio nel maggio dello scorso anno.

Le indagini sono state realizzate dalla Squadra Mobile di Napoli con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, e sono partite in seguito all’arrivo all’ospedale del Mare di un 16enne ferito da un colpo di pistola al gluteo; questi ha raccontato che mentre era con altri amici, si è avvicinato un uomo da dietro e ha fatto fuoco.

continua a leggere su Teleclubitalia.it