caiazzo afragola

AFRAGOLA. “Il sindaco Pannone ha lasciato per sei mesi Afragola senza un governo. Dopo sei mesi nomina gli assessori e, ancora oggi, i nuovi assessori sono senza deleghe. Paghiamo gli stipendi a soggetti che non vanno al Comune e se ci vanno non sanno cosa fare. Sprechi e malapolitica”. Così il consigliere comunale e consigliere metropolitano Antonio Caiazzo sulla giunta ad Afragola.

“Troviamo il vuoto ed è assurdo che anche le cariche di assessori siano considerate solo delle poltrone per garantire stipendi senza fare nulla a chi ha contribuito alla vittoria elettorale. Quando, invece, parliamo dell’organo esecutivo, ossia di coloro che dovrebbero affrontare i problemi e risolverli. Caselle che andrebbero affidate a soggetti competenti, preparati, in grado di affrontare quei problemi che da troppi anni obbligano la città a vivere una situazione di costante degrado – tuona Caiazzo -. Possiamo mai tollerare questa situazione in silenzio? Il sindaco Pannone è così debole al punto da subire condizionamenti esterni senza avere la forza di reagire oppure è complice di un andazzo che sta solo peggiorando le condizioni della nostra città, mortificando cittadini e istituzioni? Avanti così non si può andare. E non lo dico con spirito polemico ma semplicemente per suscitare un sussulto di dignità almeno in chi, sulla carta, risulta essere il capo di un’amministrazione che purtroppo non c’è. Quando inizieranno a governare i processi con serietà per rendere Afragola protagonista?”.

Afragola: dopo le polemiche sull’assicurazione, Giustino chiede dimissioni Di Palo

continua a leggere su Teleclubitalia.it