Centinaia le persone, per di più giovani, nella giornata di ieri, si sono radunati a piazza Matteotti alle ore 17 per ricordare la liberazione della nostra nazione dall’oppressione nazi-fascista.
Più che mai, come in quest’anno, la giornata ha ricordato al meglio la resistenza p tra dibattiti e discussioni avanzate durante l’intervento del dott. Giuseppe Arango, professore di storia contemporanea, che ha esposto al meglio la resistenza partigiana, soprattutto avvenuta nei nostri territori e tra i membri dei movimenti in lotta.

A dar corpo ad una iniziativa di tale importanza sono stati: il comitato disoccupati “voci sommerse”, i ragazzi di AgriCultura – Tamburriata giuglianese e perfino gli studenti del collettivo studentesco del liceo pluricomprensivo Renato Cartesio.

La serata è continuata in compagnia, tra musiche di cover band e DJ, e una cena sociale, che ha animato l’atmosfera di allegria, rafforzando il senso di appartenenza ad un paese, che 69 anni fa era oppressa dalla dittatura nazi-fascista.

continua a leggere su Teleclubitalia.it