Luigi Manfuso morto operaio

Nella giornata di ieri, Luigi Manfuso, 59enne napoletano, è stato ritrovato senza vita nel fossato della banchina dei treni presso il cantiere della stazione Tribunale a Napoli.

La dinamica di quanto accaduto è ancora in fase di accertamento da parte delle autorità competenti. È ancora da stabile se il lavoratore è deceduto a causa di un malore oppure per un incidente sul lavoro.

Tragedia in cantiere

A denunciare l’accaduto Massimo Sannino, sindacalista della Filca Cisl Campania, il sindacato dei lavoratori edili. La stazione Tribunale della Linea 1 è la fermata di intermezzo tra la stazione Centro Direzionale e la stazione Poggioreale, attualmente tutte ancora in costruzione, nell’ambito del progetto di estensione della linea ferroviaria metropolitana, fino all’aeroporto di Capodichino.

L’allarme è stato lanciato dai colleghi, che ad un certo punto, non vedendo più l’operaio, hanno cominciato a cercarlo, ritrovandolo poi a terra dove si trova la banchina dei treni.

Tantissimi i messaggi di cordoglio per la morte dell’operaio che stanno arrivando in questi momenti alla famiglia per la terribile e prematura perdita. Il lavoratore era benvoluto e stimato da tutti.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it