sicilia zona gialla

E’ ormai ufficiale il passaggio della Sicilia in zona gialla. Il monitoraggio del martedì ha confermato i parametri di incidenza e occupazione ospedaliera con percentuali oltre la soglia (l’11% in terapia intensiva, il 19% in area medica) nel giorno della chiusura del dato settimanale, e quindi da lunedì 30 agosto la regione passerà effettivamente in zona gialla.

Salvo sorprese il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà la prima ordinanza cambia colori da quando sono stati modificati i parametri con il maggior peso dell’Rt ospedaliero.

Sicilia zona gialla, 2 regioni in bilico

Ma oltre la Sicilia, altre due regioni sono in bilico. Al momento, la Sardegna si trova oltre la soglia del 10% prevista dai parametri per le terapie intensive ma resta di poco sotto al limite previsto per i ricoveri in ospedale (14% con 2 punti percentuali in più in 24 ore). Secondo l’ultimo monitoraggio crescono anche i numeri dell’Umbria al 9% in Terapia intensiva (+1%) e della Calabria al 6% (+1%) che si trova già alla soglia del 15% in area medica.

Con il nuovo decreto però anche con il passaggio alla zona gialla non è previsto il coprifuoco, né limitazioni agli spostamenti. Torna l’obbligo di mascherina anche all’aperto. I ristoranti restano aperti ma c’è il limite di quattro persone per ogni tavolo all’interno e all’esterno.

Covid in Campania, parla De Luca: “Vaccinazione di massa in vista del nuovo anno scolastico”

continua a leggere su Teleclubitalia.it