reddito di cittadinanza giugliano

È Giugliano il comune della Campania che, dopo Napoli, conta il maggior numero di percettori del Reddito di Cittadinanza. Secondo i dati pubblicati sul sito YouTrends, che utilizza come fonte direttamente l’Inps e tiene conto di tutti i 7787 comuni italiani, il capoluogo campano detiene il record di percettori con un totale di 58mila domande presentate e quasi 43mila accolte. Napoli è poi seguita da altre grandi città come Roma, Palermo, Milano, Torino e Catania.

Reddito di Cittadinanza a Giugliano

Giugliano invece con 6877 domande presentate e circa 5mila accettate si piazza al 12esimo posto. Tra le altre città della Campania c’è poi Afragola al 19esimo posto, Casoria al 22esimo, Pozzuoli al 29esimo, Marano al 41esimo e Acerra – con poco meno di 2500 domande accolte – al 44esimo.

Di poco, ma fuori dalla Top 50: Aversa, Caserta e Casalnuovo (tutte con poco più di 2000 percettori del reddito). Sotto i duemila e dunque più giù in classifica: Sant’Antimo, Caivano e Melito.

Proprio Melito è uno dei primi comuni dell’area nord ad aver attivato i Puc: ovvero i Progetti di Utilità Collettiva, una sorta di lavoretti che i percettori del Reddito sono chiamati a svolgere per conto del Comune di residenza accompagnati dai dipendenti comunali, pena la perdita del sussidio.

Dalla pulizia delle aiuole alla segnalazione dei sacchetti selvaggi, ad altre mansioni di supporto che possono essere svolte negli uffici. Ogni beneficiario viene abbinato in automatico dalla piattaforma ad un ambito in base alle proprie competenze ed esperienze.

Gli ambiti sono sociale, ambiente, tutela dei beni comuni, arte e cultura, ma anche Protezione Civile. Non tutti i comuni hanno però attivato i Puc. Tra questi c’è Giugliano – che se si guarda al numero di residenti, conta un percettore di reddito ogni 24 abitanti.

continua a leggere su Teleclubitalia.it