Amir Rrahmani, difensore kosovaro del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Kiss Kiss Napoli, radio ufficiale degli azzurri. Si parla di Dimaro, di Europa League, e del nuovo tecnico, Luciano Spalletti. Tra le tante domande, però, non poteva mancare quella su Napoli-Verona.

Amir Rrahmani su KKN: “Giorni difficili dopo il Verona. Ora guardiamo avanti”

“Il calcio è una professione in cui non si può pensare al passato – spiega Rrahmani – Oggi giochi e tutti dimenticano il passato, vedendo come hai giocato oggi. Si guarda sempre in avanti”.

Quante volte non hai dormito dopo quella sera di Napoli-Verona? “Era difficile per tutti, erano giorni difficilissimi. Siamo tornati da un momento molto brutto. Avevamo fatto un miracolo avendo l’occasione Champions fino all’ultima partita e dobbiamo pensare a questo. I primi sei mesi eravamo andati male, nella seconda parte di stagione invece abbiamo fatto un miracolo e ripartiamo da qui”.

L’Europa League è un obiettivo? “Tutte le competizioni per noi sono un obiettivo. Tutte le partite le approcciamo allo stesso modo, per vincere, anche perché non sappiamo cosa porta il futuro”.

Un bilancio sul ritiro di Dimaro? “Abbiamo fatto un bel lavoro in questi dieci giorni. Ogni giorno ci siamo allenati due volte, quindi era un po’ dura, ma è normale perché ogni preparazione comincia così”.

Leggi anche: Di Lorenzo premiato nella sua Ghivizzano: “Ho creduto sempre in me stesso”

Impressioni su Spalletti? Hai già capito cosa vuole dalla difesa? “Sappiamo già cosa vuole, come vuole che giochiamo. Dobbiamo crescere ovviamente perché con un allenatore nuovo arrivano cose diverse, si cercano altre cose, noi dobbiamo assimilarle e fare ciò che ci dice”.

Un messaggio ai tifosi? “Non voglio promettere niente, voglio solo dire che abbiamo fatto tutto bene e speriamo di continuare a farlo. La nostra vita è il calcio, la nostra passione, la nostra professione. Speriamo che fino alla fine i tifosi resteranno con noi”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it