Si torna a sparare nell’area Nord di Napoli. Un agguato si è consumato a Piscinola, in via Teano. La vittima si chiamava Antonio Avolio, 30 anni, già noto alle forze dell’ordine. Il corpo è stato ritrovato stamattina, intorno alle 11 e 30, accanto al suo scooter.

Agguato a Piscinola: un morto

Avolio è stato raggiunto da due colpi di pistola mentre era in sella al suo motorino. Avolio è stato sparato alla guancia sinistra e il colpo sembrerebbe essere uscito dalla nuca.

I sicari hanno atteso che fosse da solo in strada per esplodere i proiettili contro di lui. Con ogni probabilità si tratterebbe di un agguato di matrice camorristica. Il giovane ha infatti precedenti di polizia, in passato era ritenuto vicino ai Lo Russo.

I primi ad accorrere sono stati i Carabinieri della stazione di Secondigliano che hanno sentito distintamente 2 esplosioni. A circa 100 metri, proprio in Via Teano, erano impegnati in un servizio di OP per lo sgombero di alcune case occupate.

Cinque anni fa fu arrestato per estorsione e scarcerato nel 2020 dal penitenziario di Tolmezzo. Sul luogo dell’omicidio sono intervenuti i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli e la Polizia per i sopralluoghi e le indagini. La zona è contesa dai gruppi criminali che hanno ereditato le attività illecite del clan Lo Russo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it