pozzuoli tangenziale corsa moto

Armanetti Giuseppe e Speranza Giuseppe, di Quarto, entrambi classe 98, la scorsa notte tra domenica e lunedì stavano percorrendo la tangenziale di Napoli a bordo di due moto di grossa cilindrata (Africa twin 1100), facendo zig zag tra le due corsie, impennando, creando allarme tra gli automobilisti, allorquando una pattuglia dei carabinieri del nucleo radiomobile di Pozzuoli li ha raggiunti ed, azionata sirena e lampeggiante, indicando anche lo stop con la paletta, intimavano ai due centauri di fermarsi.

Panico in Tangenziale

Gli stessi, invece, raggiungendo una velocità di picco di oltre duecento chilometri orario, si sono dileguati, prendendo l’uscita di via Campana. A seguito di indagine serrate, i carabinieri sono riusciti ad individuarli, raggiungendoli presso le rispettive abitazioni, arrestandoli su disposizione del pubblico ministero di turno presso il tribunale di Napoli.

Entrambi sono stati portati in Tribunale per essere sottoposti al giudizio direttissimo innanzi alla nona sezione, Giudice Dottoressa Cangiano, la quale però, accogliendo le arringhe degli avvocati Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord e Sabato Graziano del Foro di Napoli, non ha convalidato l’arresto, disponendo l’immediata libertà degli stessi, per mancanza del requisito della flagranza di reato. I giovani sono stati quindi denunciati a piede libero.

continua a leggere su Teleclubitalia.it