variante delta estate

Nonostante il calo sensibile dei contagi in tutta Italia, la variante Delta preoccupa l’intera nazione. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha introdotto alcune restrizioni: quarantena di 5 giorni per chi arriva dalla Gran Bretagna e divieti di ingresso da India, Bangladesh e Sri Lanka.

Secondo il virologo Fabrizio Pregliasco, ci aspetterà un’estate tranquilla. Già come è accaduto l’anno scorso, l’estate è il periodo in cui il virus rallenta sia a causa dei raggi ultravioletti sia perchè si trascorre più tempo all’aria aperta.

Ma cosa potrebbe succedere dopo la stagione estiva? Il timore è che anche in Italia il ceppo Delta possa diventare dominante, perciò occorre sempre mantenere alta la soglia di attenzione e cautela. Probabilmente si verificherà un colpo di coda del Coronavirus, da non intendere come un preoccupante incremento di ricoveri e decessi ma come “un aumento contenuto delle forme più gravi di Covid-19”.

“Più contagi a fine estate”

Intervistato dal Corriere della Sera, il virologo Pregliasco teme un aumento dei contagi a fine estate. Insomma, proprio quello che è successo l’anno scorso.  A rischiare maggiormente in estate – sotto il profilo delle positività – potrebbero essere non solo “chi si muove di più come i giovani” ma anche “chi non è stato vaccinato anche tra adulti e anziani”. Non è perciò da escludere “un aumento dei contagi tra i bambini che ancora non possono essere immunizzati”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it