santa maria capua vetere maresciallo picchiato arresti

Hanno inseguito, speronato e picchiato un maresciallo dei carabinieri dopo una lite per motivi di viabilità. E’ con quest’accusa che sono finiti in manette Valerio De Gennaro e Giovanni Vozza, rispettivamente 23enne e 26enne di Santa Maria Capua Vetere.

Maresciallo speronato e picchiato, in manette due giovani

La vittima è un militare di Sant’Arpino. La vicenda risale allo scorso 27 marzo, quando, a  seguito di un diverbio connesso a ragioni di viabilità nel centro abitato di Santa Maria Capua Vetere, la coppia di giovani ha inseguito un uomo 47enne a bordo della propria autovettura. Hanno tentato di speronarlo fino a costringerlo ad arrestare la marcia per poi minacciarlo di morte e colpirlo ripetutamente al capo, al viso ed all’addome con una spranga. A quel punto l’hanno fatto rovinare a terra e procurandogli la frattura del gomito destro.

A seguire l’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari i carabinieri della Stazione di Santa Maria Capua Vetere su richiesta di questa Procura della Repubblica. De Gennaro Valerio e Vozza Giovanni sono gravemente indiziati dei reati di lesioni personali aggravate e violenza privata aggravata. Le indagini hanno consentito di accertare, anche grazie alla visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, quando accaduto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it