mercato giugliano

GIUGLIANO. Denunciano l’aumento del canone per il posteggio nel Mog sei consiglieri di minoranza di Giugliano. Secondo i consiglieri comunali Antonio Poziello, Luigi Sequino, Laura Poziello, Francesco Iovinella, Luigi Porcelli e Paolo Conte, la giunta ha approvato l’aumento del canone.

Mercato a Giugliano, aumento del canone

Questo il comunicato: “Il M.O.G. è stato riesumato da tutte le scorse campagne elettorali e poi puntualmente sparito dalle scene, spiegava il Sindaco Nicola Pirozzi in data 14 Gennaio 2021, “annunciando” il suo impegno “riaccendendo i riflettori su un comparto produttivo che un tempo era tra i più floridi della nostra città e che per anni ha garantito prosperità a tante famiglie giuglianesi ma che nel tempo, per diverse ragioni, ha subito un inaccettabile declino”.

È ora di cambiare, diceva sempre il 14 Gennaio 2021 perché siamo in un periodo storico che congiunge gli intenti locali con una svolta Green a livello nazionale, che mira alla riqualificazione delle aree agricole, alla tutela dei prodotti dei territori, alla possibilità di fare e produrre economia facendo fruttare le filiere locali e rendendole attrattive anche per i talenti migrati.

Cominciamo, diceve sempre Pirozzi il giorno 14 Gennaio 2021″da un piccolo e “dignitoso” passo: una pulizia generale e straordinaria”.

Ieri 28.05.2021 le telecamere di Tele Club Italia informano la città del degrado in cui versa.

Sempre ieri, 28.05.2021, la Giunta comunale aggiornava il CANONE PER L’USO DI POSTEGGIO E DELLE TARIFFE DEI SERVIZI DEL MERCATO ORTOFRUTTICOLO ALL’INGROSSO DI GIUGLIANO IN CAMPANIA PER L’ANNO 2021 ed il relativo TASSO DI COPERTURA DEL COSTO DI GESTIONE, determinando per l’anno 2021 l’ammontare complessivo del canone e della tariffa dei servizi connessi

– per un posteggio standard senza cella frigorifera, in € 6.291,82 comprensivo di IVA come per legge,

– per un posteggio standard con cella frigorifera in € 9.317,61 comprensivo di IVA come per legge.

Oltre il danno la beffa.

Oltre, cioè, a raddoppiare il canone relativo ai posteggi, ha innalzato la misura del tasso di copertura del costo di gestione del servizio pubblico nella misura del 100,00 %.

Nel 2019 con deliberazione n. 21 del 28/02/2019 la Giunta Comunale rideterminava per l’anno 2019, in € 3.094,25 comprensivo di IVA al 22%, (senza cella frigorifera) ed in € 5.094,25 comprensivo di IVA al 22%, (con cella frigorifera). Con medesima deliberazione si determinava il tasso di copertura del costo di gestione nella
misura del 63,48%;

Nel 2020 il COMMIsSARIO con i poteri di Giunta ex art. 48 D. Lgs. 267/2000 determinava il tasso di copertura del costo di gestione nella misura del 63,39 %, e il canone per i posteggi al MOG in € 3.142,23 comprensivo di IVA come per legge, (senza cella frigorifera) ed in € 5.142,23 comprensivo di IVA come per legge (con cella frigorifera).

Insomma, questi passi dignitosi da fare, quali sono?

Quelli appena fatti sono mortificanti per l’intero settore del commercio agroalimentare della Città”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it