interdittiva antimafia

Nuova interdittiva antimafia nell’area nord di Napoli. A essere colpita dal provvedimento della prefettura di Napoli è un’agenzia funebre con sede a Villaricca.

Stando a quanto riporta il mattino, l’impresa di Villaricca avrebbe fornito supporto alle società della famiglia Cesarano, ritenute contigue al clan Polverino, quando queste furono gravate da analoghi provvedimenti ostativi.

Interdittiva antimafia Villaricca

L’attività colpita ieri sarebbe dunque legata alle aziende della famiglia Cesarano, oggi quasi tutte in regime di amministrazione giudiziaria.

Sempre a Villaricca era già stato colpito da un provvedimento analogo il Mia Café lungo la circumvallazione esterna. 

Solo qualche giorno fa giunsero altre ben 24 interdittive per aziende di Napoli, Giugliano, Caivano, Quarto, Gragnano e Pozzuoli. Tra queste, come riporta il mattino c’è la Balestrieri appalti srl, con sede a Gragnano, leader nel settore della raccolta dei rifiuti solidi urbani e operante in prevalenza in alcuni comuni del Casertano. Il gruppo Balestrieri, tra i più noti in Campania, è proprietario anche di Tekra che si occupa sempre del settore rifiuti.

Provvedimento anche per la ditta Perrella (onoranze funebri), per alcune aziende del gruppo Mangia di Caivano (settore rifiuti), per l’hotel Giglio (con sede a Napoli) e per l’azienda Fabio Aprea (arredamenti) di Giugliano.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it