antonio verde morto covid

Covid, muore Antonio Verde, vice capo dell’ambasciata italiana in Egitto. 60enne originario di Giugliano, si era laureato in Scienze Politiche a Napoli. Portò nel capoluogo campano la splendida statuetta “Zeus in trono”.

Covid, muore console italiano Antonio Verde: originario di Napoli

Si è arreso al Covid il console Antonio Verde, nonché vice capo missione dell’ambasciata italiana nella capitale egiziana, Il Cairo. Aveva 60 anni ed era originario di Giugliano, in provincia di Napoli. Positivo al coronavirus, a seguito di un improvviso aggravamento delle sue condizioni di salute, è deceduto questa mattina.

Si era laureato in Scienze Politiche all’Orientale di Napoli. È stato funzionario dell’Ambasciata italiana a Tokyo, a Mosca, a Strasburgo e a Sidney. In Australia ha ricoperto per la prima volta la carica di Console. Nel 2017, Antonio Verde riuscì a portare a Napoli un’opera in marmo dal nome “Zeus in trono”, statua risalente al primo secolo a.C. Nello stesso anno, salvò la vita all’attore napoletano Luca Riemma che stava soffocando nel suo ufficio.

Leggi anche: Villaricca, tragedia sfiorata a scuola: cade cancello, mamma ferita

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it