Bonus prima casa giovani under 36, la misura è inserita nella bozza del decreto Sostegni bis, aggiornata al 30 aprile 2021.

Bonus casa 2021: cos’è, come funziona e a chi spetta

Il nuovo provvedimento del governo, da 40 miliardi di euro, prevede agevolazioni per l’acquisto dell’abitazione da parte di giovani, fino al 31 dicembre 2022: esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale e credito d’imposta pari all’imposta IVA, per le vendite che sono soggette all’imposta sul valore aggiunto.

Nel provvedimento sarebbe prevista anche la possibilità, per tutti coloro che hanno meno di 36 anni di accedere al Fondo di garanzia sui mutui per la prima casa e ottenere così un prestito dalla banca per un ammontare pari al 100% del prezzo dell’immobile (fino a un massimo da 250mila euro).

Il testo del provvedimento prevederebbe due versioni della norma sui mutui. Nella prima si parla di un intervento a regime, ovvero l’accesso facilitato al Fondo per tutti gli under 36 senza limiti di tempo. La seconda è legata invece all’emergenza Covid e restringe l’allargamento della platea al 31 dicembre 2022. È stimato un incremento del Fondo di 55 milioni nel 2021.

Le agevolazioni, però, non riguardano l’acquisto di case di prestigio: in particolare abitazioni signorili (categoria catastale A1), ville (A8) e Castelli- palazzi di eminenti pregi artistici o storici (A9).

Le agevolazioni valgono per gli atti stipulati fino al 31 dicembre 2022 e per chi non ha ancora compiuto 36 anni nell’anno in cui l’atto viene stipulato. È prevista anche l’esenzione dell’imposta sui finanziamenti per l’acquisto e la ristrutturazione delle abitazioni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it