Cilento

Il Cilento, che si affaccia sulla costa tirrenica, tra il Golfo di Salerno e il Golfo di Policastro, è un paesaggio culturale di straordinario valore.

Qui, infatti, sorge il magnifico Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum e Velia e la Certosa di Padula, inseriti nel 1998 nella world heritage list dell’Unesco. Di seguito alcuni luoghi simbolo del Cilento.

Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano

Il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, secondo parco in Italia per dimensioni, si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell’appennino campano-lucano.
Ecco è costituito da circa 1800 specie diverse di piante autoctone spontanee ed ha anche una ricca fauna selvatica. Sulle vette troviamo il lupo, l’Aquila reale (Aquila chrysaetos) e le sue prede: la Coturnice (Alectoris graeca) e la Lepre appenninica (Lepus corsicanus).

Paestum

A Paestum si trovano innumerevoli reperti e manufatti decorativi, molti dei quali custoditi presso il Museo Archeologico Nazionale. Da visitare assolutamente i tre templi di ordine dorico giunti in ottime condizioni: il Tempio di Nettuno (530 a.C.) in realtà dedicato ad Hera e costruito in arenaria, è il più grande tra i templi di Paestum; il Tempio di Athena (500 a.C.), noto anche come Tempio di Cerere; la Basilica (540 a.c.) che è in realtà un tempio dedicato ad Hera.

Elea/Velia

Della città di Velia, dal greco Elea, antico centro della Magna Grecia, restano l’area portuale, Porta Marina, Porta Rosa, le Terme Ellenistiche e le Terme romane, l’Agorà, l’Acropoli, il Quartiere Meridionale e il Quartiere Arcaico. Tra i motivi che fanno di Velia un patrimonio dell’umanità va ricordata la scuola eleatica, una scuola filosofica che vantava fra i suoi esponenti, Parmenide e Zenone qui nati.

La Certosa di San Lorenzo di Padula

La Certosa di San Lorenzo è più grande certosa in Italia ed è situata a Padula, in provincia di Salerno. La fondazione del monastero risale al 1306 e possiede il più grande chiostro del mondo.

La parte principale è in stile barocco ed occupa una superficie di 51.500 m² su cui sono edificate oltre 320 stanze. Oggi la Certosa ospita il Museo archeologico provinciale della Lucania occidentale, che raccoglie una collezione di reperti provenienti dagli scavi delle necropoli di Sala Consilina e Padula.

Se vuoi soggiornarci, ti consigliamo…

Per soggiornare in Cilento una scelta strategica è di sicuro Casal Velino Marina, qui ci sono due strutture molto interessanti. Appartamenti Letizia che strizza un occhio alla famiglie essendo proprio sul mare nella piazzetta del paese. Oppure per chi ama la tranquillità e vuole godere di una vista mozzafiato ci sono le ville del Borgo Eleatico sulla collina di Dominella che godono del panorama più bello del Cilento.

continua a leggere su Teleclubitalia.it