Non si frena in contagio a Giugliano. Sono 56 i nuovi positivi che si registrano negli ultimi sette giorni.

Giugliano, il virus “corre” ancora. Il sindaco: “Serve responsabilità, ridicolo militarizzare una città”

A fornire i dati è il sindaco Nicola Pirozzi, che ha pubblicato il bollettino settimanale sull’andamento dei contagi in città sulla sua pagina Facebook. Le persone attualmente positive nella Terza città della Campania sono 718, 56 in più rispetto alla scorsa settimana.

I guariti, invece, sono 285: il 20 aprile, invece, erano state registrate 374 persone guarite dal Covid-19. Ancora una volta nel bollettino non è riportato il dato relativo ai ricoveri, quindi non si conosce il numero di pazienti giuglianesi ospedalizzati.

Leggi anche >> Campania, contagi e ricoveri in calo: la regione potrebbe restare ancora in zona gialla

“Lo stato di allerta dev’essere massimo perché siamo una grande città, la gente in strada c’è”, è il commento del primo cittadino a corredo della grafica pubblicata sui social.

A preoccupare il sindaco sono anche le riaperture stabilite dal Governo centrale “perché in questo momento storico molti cittadini non hanno compreso lo spirito di quelle decisioni e sempre più spesso assistiamo ad atteggiamenti espressione del classico “liberi tutti” senza capire che non è così e non può essere così”, ha spiegato Pirozzi.

“Ormai lo sappiamo tutti: l’unica vera soluzione è il vaccino ma fino ad una copertura complessiva di tutta la popolazione possiamo mai fregarcene della prevenzione? Non è una questione di controlli: anche perché sarebbe ridicolo pensare che si debba militarizzare una città per controllare migliaia di persone in circolazione ogni giorno”, ha aggiunto il sindaco.

continua a leggere su Teleclubitalia.it