Giugliano. Le nuove norme sulla zona gialla hanno posto di nuovo al centro del dibattito l’importanza degli spazi all’aperto, al momento unica possibilità per le attività di ristorazione di avviare una ripresa economica. 

SPAZI ALL’APERTO, NUOVA DELIBERA A GIUGLIANO

Al momento è in vigore la norma approvata già dal precedente governo con l’esenzione della Tosap, cioè la tassa sull’occupazione di suolo pubblico, fino al 30 giugno 2021. Una misura confermata anche dall’amministrazione comunale di Giugliano, guidata dal sindaco Nicola Pirozzi. La giunta comunale ha deciso anche di semplificare le richieste dei commercianti, riducendo la documentazione da presentare all’Ente per ottenere l’autorizzazione a posizionare sedie, tavolini e ombrelloni, tramite una procedura semplificata. La delibera – spiega l’assessore al commercio, Francesco Mallardo – arriva dopo l’incontro della scorsa settimana con le associazioni di categoria Cna, Aicast e Confesercenti a cui vanno i ringraziamenti – ha aggiunto l’esponente della giunta – per la fattiva collaborazione”. L’assessore Mallardo ha poi sottolineato: “Siamo in attesa di una proroga del governo che ci consentirà di estendere il suolo pubblico a costo zero fino a fine anno”.

Una parte della minoranza giuglianese aveva già chiesto però di prolungare lo stop alla tassa per lo spazio all’aperto fino al 30 ottobre, in modo da dare una maggiore opportunità a bar e ristoranti fino all’autunno. Una richiesta che è stata presentata ufficialmente all’amministrazione comunale da cui si è attende la riposta.

“Proprio ieri – spiega il consigliere d’opposizione Paolo Conte – con i colleghi Luigi Sequino, Francesco Iovinella, Luigi Porcelli, Antonio Poziello e Laura Poziello abbiamo proposto di esentare i commercianti di Giugliano della tassa di occupazione suolo pubblico sino al 31 ottobre, ribadendolo questa mattina in una richiesta protocollata all’attenzione di sindaco, assessore e commissione competente, in modo da non pagare per tavolini e ombrelloni posizionati in strada. Oggi il sindaco e lo stesso assessore al commercio con un post parlano di mano tesa ai commercianti, facendo passare (con l’ennesimo gioco di prestigio) l’esenzione della tassa fino al 30 giugno come merito dell’amministrazione quando invece è una disposizione del Governo nazionale.”
“Giugliano – aggiunge Conte – non merita di essere presa in giro ma, sopratutto, non lo meritano i commercianti che tanto hanno patito questa crisi. Se il sindaco vuole fare qualcosa di concreto provveda a estendere l’esenzione fino al 31 ottobre e la smetta di raccontare favole.”
continua a leggere su Teleclubitalia.it