trapianto cuore giovanni

A soli 3 anni ha avuto un trapianto di cuore, ore ne ha 11 e a causa del Covid ne ha bisogno di uno nuovo. E’ la storia di Giovanni, ragazzino di Acerra, ricoverato al Monaldi in attesa di un cuore nuovo.

Monaldi, ricoverato in attesa di trapianto di cuore

A causa del virus, contratto qualche mese fa, come racconta il Mattino, il bimbo oggi è tenuto in vita con il sostegno dei farmaci ed è in lista per il secondo, delicatissimo intervento chirurgico. E’ nel reparto del dottor Andrea Petraio che conosce il ragazzino da piccolo, da quando ha avuto il primo trapianto. Giovanni è stato operato una prima volta, a causa di una cardiomiopatia ipertrofica, a tre anni. A novembre purtroppo Giovanni si contagia.

Ma è in controlli successivi che emerge “una significativa riduzione della frazione di eiezione”. E così dal 3 febbraio il piccolo è ricoverato. Un caso clinico unico in Italia, al momento. Il Covid insomma ha scatenato una grave sindrome infiammatoria secondaria che fa sì che oggi Giovanni abbia bisogno di un cuore nuovo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it