giugliano calcio palma imprenditori

Sono ore di incertezza e confusione per il calcio a Giugliano. Lo scorso sabato un comunicato ufficiale ha scosso infatti i tifosi gialloblù e non solo: la società denuncia pressioni e minacce ricevute da esponenti del tifo organizzato. Si parla di un’aggressione fisica e della volontà del presidente, l’avvocato Giovanni Palma, di cedere all’intimidazione e consegnare il titolo nelle mani del sindaco, solo pochi mesi dopo aver rilevato la squadra che attualmente è all’ultimo posto in Serie D.

Caos Giugliano calcio: “Palma chiarisca”

Palma avrebbe deciso di azzerare le cariche della società ma ora il futuro è incerto. Non si sa cosa accadrà con le prossime partite. Fino a stamattina dal Comune di Giugliano fanno sapere di non aver ricevuto nessuna richiesta ufficiale d’incontro o cessione del titolo sportivo.

Dopo questo passaggio infatti, il primo cittadino potrà pubblicare un avviso pubblico e, secondo quanto trapela, ci sarebbe già almeno due imprenditori pronti a pronti il Giugliano calcio. Novità sono attese nelle prossime ore con l’avvocato Giovanni Palma che potrebbe essere convocato al comune per chiarire la situazione. Si sta muovendo sul caso soprattutto il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle.

E’ una corsa contro il tempo: l’obiettivo sarebbe quello di provare un’impresa impossibile, facendo rientrare subito i tigrotti in carreggiata con una nuova proprietà, tentando la complicatissima salvezza in serie D, ed evitare un fallimento che porterebbe la squadra della terza città della Campania in categorie inferiori come la Promozione. Lo strappo tra tifoseria e avvocato Palma sembra ormai conclamato. Un’avventura che sta per terminare nel peggiore dei modi dopo pochissimi mesi.

continua a leggere su Teleclubitalia.it