morto antonio oliva coronavirus

Il Covid continua ad uccidere in Campania. Antonio Oliva, 42 anni, stimato avvocato di Cesa, è deceduto all’ospedale Sant’Anna San Sebastiano di Caserta. Lascia la moglie e una figlia di appena 9 mesi.

Da un paio anni, dopo il matrimonio, si era trasferito con la famiglia a Sant’Arpino, città di origine della consorte. Domani, 3 aprile, il corpo di Antonio sarà trasferito dall’ospedale della città capoluogo al cimitero di Cesa per l’ultimo saluto. Antonio non era affetto da alcuna patologia.

Le parole del primo cittadino

Il primo cittadino ha dichiarato: “Compagni di classe, amici da una vita, da adolescenti. Una marea di ricordi affiorano mentre provo freddo e sono invaso dalle lacrime. Scavando nelle foto sicuramente troverei qualcuna di quando eravamo ragazzini e ci univa la passione per la musica. Ricordo a casa tua il disco dei Deep Purple, con “Smoke on the Water”, che suonava all’inifinito. Poi la vita ti allontana e ti riavvicina. Ti chiesi di fare politica con me, aprendo le porte del Pd alla nostra generazione, e tu accettasti con passione. Nel 2015, quella tua voglia di migliorare la nostra comunità, ti portò a candidarti con me alle elezioni comunali.

Fu un onore averti al mio fianco. Il Covid19, che ti ha strappato a tua moglie e a tua figlia, ha allontanato tutti. L’ultima volta che abbiamo parlato di persona sarà stato circa un anno fa, prima del lockdown, eravamo a S. Maria C.V., fuori al Tribunale. Parlammo di quella che era la prossima campagna elettorale per le comunali e delle nostre vite.

Il Covid da lì a poco avrebbe sconvolto tutto e tutti. L’ultimo messaggio domenica 21 marzo, ti chiedevo come stavi e tu mi dicevi che ne saresti venuto fuori. Poi sono iniziate a giungere le notizie di un tuo peggioramento, fino a stamattina. Siamo tutti piombati nello sconforto, increduli, a ripeterci che non è giusto. Da dove sei dai la forza a tua moglie, a tua figlia, ai tuoi familiari di andare avanti. Ciao”

continua a leggere su Teleclubitalia.it