Arzano. Senza alcuna autorizzazione e in barba alle prescrizioni igienico sanitarie, un 61enne di Scampia aveva messo in vendita più 200 chili di cozze. I carabinieri lo hanno sorpreso ad Arzano, in via Atellana.

Arzano, zuppa di cozze “al veleno”: sotto chiave 200 chili

Gli uomini della Compagnia di Casoria lo hanno denunciato per violazione della normativa sulla sicurezza alimentare. Stando ad una prima ricostruzione, l’uomo aveva messo in vendita le cozze senza alcuna conversazione. Inoltre, i frutti di mare erano in pessimo stato di conservazione ed esposte agli agenti atmosferici senza alcuna protezione.

Leggi anche >> Napoli, blitz nelle pasticcerie in vista di Pasqua: i Nas ne chiudono due

I carabinieri, oltre a sanzionarlo per le normative anti-contagio data la sua residenza in altro Comune, hanno scoperto che percepisse anche il reddito di cittadinanza: verrà segnalato all’Inps per la revoca del beneficio. I prodotti sequestrati sono stati affidati ad una ditta specializzata che ne ha curato lo smaltimento.

continua a leggere su Teleclubitalia.it