Uccide i suoi rapinatori a Marano, Giuseppe è stato arrestato

Il caso sembra essersi risolto. Giuseppe Greco ammetterà ammetterà di aver inseguito e investito i due rapinatori che gli avevano sottratto l’orologio nel corso della rapina». La notizia è stata anticipata da Il Mattino. A parlare è Domenico Della Gatta, l’avvocato di Giuseppe Greco, sottoposto a fermo indiziario e condotto nel carcere di Poggioreale su ordine della Procura di Napoli Nord.

Duplice omicidio volontario

Il 26enne di Marano sarà ascoltato nelle prossime ore dal gip di Napoli nord che dovrà eventualmente convalidare il fermo. La ricostruzione di Giuseppe, in sede di interrogatorio davanti al pm Paolo Martinelli, non è stata ritenuta attendibile. Sul capo del giovane pende un’accusa gravissima: duplice omicidio volontario.

Da quanto finora emerso le due vittime, presumibilmente dopo aver rapinato l’orologio al 25enne al volante di una Smart, si erano allontanate a bordo di un T-Max, inseguite dal rapinato che ha travolto lo scooterone facendoli cadere a terra e provocandone la morte immediata.

Sul posto vennero ritrovati il Rolex e una pistola Beretta, presumibilmente in possesso dei due rapinatori.

continua a leggere su Teleclubitalia.it