germania astrazeneca

Sospeso l’utilizzo di Astrazeneca negli under 60 in Germania. Il paese di Angela Merkel somministrerà vaccini AstraZeneca solo a persone che hanno più di 60 anni, a meno che non appartengano a categorie ad alto rischio per Covid-19 e ne abbiano concordato l’uso con il proprio medico.

A deciderlo sono stati il ministro della Sanità, Jens Spahn, e i rappresentanti dei Laender. Il motivo è dato da preoccupazioni legate ad alcuni casi di trombi sanguigni rari segnalati su pazienti che erano stati vaccinati.

AstraZeneca in Germania

La decisione arriva dopo che l’ente regolatore medico, cioè il Robert Koch-Institut, ha diffuso nuovi dati che mostrano che fino al 29 marzo sono stati registrati 31 casi (su circa 2,7 milioni di vaccinati con AstraZeneca) di trombi sanguigni rari in persone sottoposte di recente alle inoculazioni, e nove di queste persone sono morte. Tutti i casi tranne due hanno coinvolto donne, di età compresa fra 20 e 63 anni.

Angela Merkel ha così commentato: “Non possiamo ignorare quanto ha detto la Commissione vaccinale permanente (Stiko). Per fortuna possiamo contare su diversi vaccini”, ha concluso la Cancelliera.

Nelle ore precedenti già Berlino, Monaco e il Brandeburgo avevano sospeso le somministrazioni del vaccino per gli under 60 in via precauzionale. Intanto però l’azienda si difende. AstraZeneca, in una dichiarazione diffusa prima dell’annuncio della Germania, ha fatto sapere che continuerà a lavorare con le autorità tedesche ma ha sottolineato che decine di milioni di persone in tutto il mondo hanno ricevuto le sue dosi e che Ema e Oms hanno concluso che i benefici del vaccino superano i rischi.

Leggi anche: Il vaccino Astrazeneca cambia nome: si chiamerà Vaxzevria. Il motivo

La forma rara di trombosi cerebrale che si era presentata in alcune persone vaccinate con AstraZeneca aveva già portato alla sospensione temporanea dell’uso di AstraZeneca da parte di molti Paesi europei. Poi con un nuovo via libera dell’Ema e dell’Aifa in Italia sono riprese le somministrazioni. L’Ema ha valutato che i benefici del vaccino AstraZeneca erano superiori ai rischi.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it