Non c’è pace per la Terra dei Fuochi. A Giugliano, a distanza di 24 ore, si registra l’ennesimo rogo tossico nel campo rom situato in zona Asi, in località Ponte Riccio.

Giugliano, ancora un rogo tossico: è il secondo a distanza di 24 ore

A bruciare numerosi cumuli di rifiuti accatastati ai lati della strada. L’incendio ha sprigionato una densa colonna di fumo nero visibile a chilometri di distanza.

L’odore acre si è diffuso in tutta la zona rendendo di fatto l’aria irrespirabile. Numerose le segnalazioni apparse sui social, decine di utenti denunciano ancora una volta il disastro ambientale che da anni attanaglia l’area nord di Napoli.

Soltanto ieri pomeriggio era stato appiccato un rogo nella medesima area industriale, a poche ore dai controlli da parte dei Carabinieri della compagnia di Giugliano nel campo rom. I militari avevano sequestrato ben 16 veicoli sui quali c’erano provvedimenti giudiziari o erano sprovvisti della documentazione per circolare. Rinvenuti e sequestrati anche vari attrezzi: piedi di porco, tenaglie, flessibili, Martelli e cacciaviti per un peso complessivo di 300 chili.

(Credit foto: Terra Mia)

continua a leggere su Teleclubitalia.it