Potrebbe essere stato un arresto cardiocircolatorio ad aver ucciso Sandro Tognatti, l’insegnante di 57 anni di Cossato, in provincia di Biella morto domenica mattina, 14 ore dopo aver fatto il vaccino AstraZeneca. 

Docente morto dopo vaccino AstraZeneca: “Nessuna correlazione con siero”

L’autopsia non ha evidenziato trombi, come avvenuto in altri casi. Il cuore e gli altri organi si presentavano in un apparente stato di salute. Per ora non ci sono neppure segni evidenti che correlino il decesso con la somministrazione del vaccino che è stato sospeso in via precauzionale in Italia e in altri paesi europei.

L’ipotesi più probabile formulata dai medici legali è che si sia trattato di una morte causata da un attacco cardiaco improvviso. A fornire ulteriori risposte saranno gli esami istologici i cui risultati arriveranno nei prossimi giorni. Sulla morte di Tognatti, 57 anni, la Procura di Biella ha aperto un fascicolo che ipotizza, al momento a carico di ignoti, l’omicidio colposo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it